Facebook
Youtube Poliuretano
Google
Linkedin

Dossier Ambientali

reen Public Procurement e Criteri Ambientali MinimiEdilizia più verde per la Pubblica Amministrazione

La definizione di GPP (Green Public Procurement o Acquisti sostenibili della Pubblica Amministrazione) adottata dalla Commissione Europea recita: "Il GPP è l'approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull'ambiente lungo l'intero ciclo di vita". ....continua

 

 


Pronti per gli edifici a 
consumi quasi zeroPronti per gli edifici a consumi quasi zero

Dal 1o Ottobre sono in vigore i tre Decreti Attuativi della Legge 90, pubblicati in Gazzetta Ufficiale n. 162 del 15 luglio, che completano il quadro normativo nazionale, in materia di efficienza e certificazione energetica degli edifici, di implementazione della Direttiva Europea 31/2010.
I tre Decreti sono relativi a:
- Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici
- Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell'applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici
- Adeguamento delle linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici. ...continua


Sostenibilità AMbientale Poliuretano Esapanso rigidoSostenibilità Ambientale Poliuretano Espanso rigido
Le prime adesioni al marchio collettivo ANPE


l tema della sostenibilità ambientale in edilizia è indissolubilmente legato a quello della sua efficienza energetica. Costruire edifici più efficiente, che, nel caso dei futuri Nearly Zero Energy Bulding, non utilizzino fonti di energia non rinnovabile per la loro gestione e che limitino i processi di combustione responsabili delle emissioni di gas ad effetto serra, è l'obiettivo principale per la riduzione degli impatti ambientali determinati dal settore edilizia. La fase d'uso degli edifici è infatti quella con l'impatto ambientale più pesante: secondo uno studio ENEA la costruzione di una abitazione costa circa 5 Mtep di energia, la stessa quantità che l'edifico consuma in soli 5 anni per il riscaldamento e in soli 3 considerando il complesso dei consumi necessari alla sua gestione. La priorità dell'edilizia sostenibile è quindi quella di ridurre i consumi energetici; un obiettivo che non può essere raggiunto senza il contributo di isolanti termici che riducano al minimo le dispersioni attraverso l'involucro e che garantiscano durabilità e mantenimento delle prestazioni per un periodo ragionevolmente correlato alla tipologia di impiego previsto. ...continua